Copy
Pubblicità
22 ottobre 2021

La settimana

Perché Matteo Salvini e Giorgia Meloni hanno fallito alle amministrative, il premio Sakharov all’oppositore di Putin irrita il Cremlino, tre consigli per disintossicarsi dallo smartphone, astrofisica e maschilismo

Torino, 15 ottobre 2020. Il segretario della Lega Matteo Salvini (al centro) con Paolo Damilano (a destra), il candidato sindaco del centrodestra. (Riccardo Giordano, Agf)

Tutti gli errori di Giorgia Meloni e Matteo Salvini Considerate le dimensioni e la qualità dell’astensionismo, la vittoria del Partito democratico alle amministrative sembra dovuta soprattutto all’inconsistenza degli avversari. Per questo occorre ragionare soprattutto su chi ha perso. L’articolo di Alessandro Calvi.

La criminalizzazione dei migranti passa per l’accusa di essere scafisti Una nuova analisi sugli arresti delle persone arrivate in Italia in modo irregolare rivela che, dal 2013, più di duemila sono state fermate con l’accusa di essere scafisti. Ma si tratta di inchieste approssimative con pene molto severe, scrive Annalisa Camilli.

Ai palestinesi viene impedito anche di raccogliere le loro olive Da quando è cominciato il raccolto, ci sono stati molti attacchi contro i contadini palestinesi da parte dei coloni israeliani. Mentre i soldati fingono di non vedere o addirittura aiutano gli aggressori. Di Amira Hass.

La mia quarantena nel sistema cinese per azzerare i contagi Pechino applica la tolleranza zero nei confronti del covid-19. Un metodo efficace ma probabilmente insostenibile per un lungo periodo. Il racconto di Gabriele Battaglia.

E poi:

Video

Lei ha scoperto le pulsar, lui ha vinto il Nobel Per Jocelyn Bell Burnell non è stato facile diventare un’astrofisica. Nell’Irlanda del Nord degli anni quaranta era una delle poche ragazze a poter studiare. E quando ha scoperto le pulsar il premio è andato al suo superiore. Il video del New York Times.

Punti di vista

Sole Futura è un film con interviste a giovani che parlano di lavoro, scuola, paure, sogni. Se nei posti in cui si cerca di capire che paese è l’Italia decidessero di guardare un solo film, sarebbe bello se fosse questo. L’editoriale di Giovanni De Mauro.

Il premio Sakharov ad Alexej Navalnyj è un atto d’accusa al sistema Putin Il parlamento europeo ha assegnato il riconoscimento all’oppositore russo scampato a un tentativo di avvelenamento e ora detenuto in una colonia penale. Ma difficilmente il Cremlino gli concederà di andare a Strasburgo a ritirarlo. L’articolo di Pierre Haski.

Pubblicità

Come vincere la dipendenza dal telefono Si tratta di un fenomeno che ci priva della nostra libertà, ma ecco tre modi per controllare i nostri dispositivi digitali e impedirgli di prenderci in ostaggio. I consigli di Arthur C. Brooks.

Informazione tossica, colonialismo digitale e profitti mostruosi Le notizie false hanno un basso costo di produzione, viaggiano in fretta, sorprendono, scandalizzano, fanno arrabbiare. E fanno guadagnare più di quelle vere. Per questo è importante promuovere un’informazione di qualità, scrive Annamaria Testa.

Memorabili

Un articolo a settimana dall’archivio di Internazionale

Julian Assange a Ginevra, Svizzera, 4 novembre 2010.

L’inafferrabile Julian Assange
Internazionale numero 890, 25 marzo 2011
Una telefonata, un hacker misterioso, le verifiche e il lavoro di una squadra di grandi giornalisti. La più grande fuga di notizie della storia, ricostruita dal direttore del New York Times.

Cultura

Bonifacio Angius racconta una scena di I giganti “Questa sequenza contiene tutti i registri della pellicola: ironia, sarcasmo, drammaticità. E descrive il vuoto in cui vivono i protagonisti”, spiega il regista nel video.

Duke Ellington e la prima grande rivoluzione della discografia afroamericana Nel 1935 Duke Ellington ha sfidato tutte le convenzioni stilistiche, razziali e di mercato del suo tempo. Il consiglio d’ascolto di Daniele Cassandro.

L’umanità e la fragilità di France sono lo specchio di un paese Il nuovo film di Bruno Dumont racconta la storia di una giornalista che porta il nome del suo paese, è bella e piena di sé. Ma la “tela” dello schermo patinato e levigato della tv è destinata a rompersi. La recensione di Francesco Boille.

Cronaca di un ritorno A scorrere le tappe previste da band internazionali per il loro ritorno in concerto, può subentrare una certa malinconia: l’Italia appare raramente tra i paesi in cui si esibiranno. Con una felice eccezione. Dalla rubrica di Claudia Durastanti.

Marrakech, in time of stillness. (Tabit Rida)

Il silenzio di Marrakech Durante il lockdown nella città marocchina, Tabit Rida è sceso in strada per fotografare la trasformazione di una meta turistica dove non arrivava più nessuno.

Internazionale risponde

Cosa s’impara a scuola “Siamo all’ultimo anno di elementari e la scelta delle medie è vicina. Iscrivendo mio figlio a una scuola pubblica di quartiere gli sto precludendo il suo futuro successo?”. La risposta di Claudio Rossi Marcelli.

Viva la sincerità “Sono una quarantenne in coppia con un uomo e per la prima volta ho una malattia sessualmente trasmissibile sintomatica: i condilomi. La mia domanda è: al fidanzato devo dirlo?”. Dalla rubrica di Dan Savage.

I più letti

  1. Lei ha scoperto le pulsar, lui ha vinto il Nobel
  2. La serie sudcoreana Squid game racconta molto della nostra epoca
  3. Come vincere la dipendenza dal telefono
  4. Naturalmente senza figli
  5. Stefano Mordini racconta una scena di La scuola cattolica

La copertina

Compra questo numero o abbonati
per ricevere Internazionale
ogni settimana a casa tua



Qui ci sono le altre newsletter di Internazionale.

Sostieni Internazionale. Aiutaci a tenere questa newsletter e il sito di Internazionale liberi e accessibili a tutti, garantendo un’informazione di qualità.

Visita lo shop di Internazionale.